Notizie
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nonostante fosse già stata mandata una mail a tutti i Sodalizi in cui si evidenziava la criticità del fenomeno (già verificatosi nelle scorse stagioni agonistiche) e la raccomandazione alle Società stesse di supervisionare l’operato dei propri tesserati, si sono verificati dei casi incresciosi in cui dei soggetti, regolarmente tesserati (come allenatori e dirigenti) hanno scavalcato il regolamento federale per quello che riguarda il “transito” degli atleti (maschi e femmine) ancora svincolati, per i limiti di età previsti dalla Guida Pratica dal Tesseramento Federale, da una Società all’altra. Discorso diverso, anche se comunque preoccupante, riguarda gli altri atleti e atlete già tesserati tramite vincolo di tesseramento FIPAV, che da una stagione all’altra compiono dei trasferimenti (temporanei e/o definitivi) in cui è necessario l’accordo bilaterale delle Società coinvolte, spesso con modalità non sempre asservibili ai principi di sportività e correttezza (…).

Hanno fatto seguito diverse mail di segnalazione di “cattive azioni” da parte di Dirigenti e di Allenatori che, evidentemente, non conoscono né le buone maniere né i regolamenti Federali. Successivamente si sono fatti vivi i Genitori con testimonianze dirette (e con documentazioni scritte), non quelli che ambiscono ad una Società "migliore" per i propri Figli ma quelli che non accettano di essere molestati da Tesserati FIPAV.

A questo punto, finalmente, da parte di qualche Genitore e di qualche Sodalizio mi stanno arrivando le prove di questi contatti, veramente "meschini", che rischiano di snaturare di molto la nostra disciplina a livello di sportività, trasparenza e correttezza, trasformandola in qualcosa di completamente diverso da quello che deve essere il nostro sport, cosa che ritengo assolutamente inaccettabile.

Pertanto ho deciso, informando il Presidente Regionale FIPAV Toscana, di predisporre dei fascicoli da inviare proprio a Lui per verificare se ci sono i presupposti per procedere con la richiesta di "deferimento alla Procura Federale FIPAV" per i soggetti che sono risultati coinvolti in questi episodi incresciosi.

Stiamo anche monitorando il processo di tesseramento degli atleti e delle atlete e per la corrente stagione agonistica per valutare gli eventuali passaggi di Sodalizio e, se necessario, verificare come sono andate le cose.

Lo scorso anno si era verificato “soltanto” un solo caso e la speranza era quella che si potesse migliorare, ma evidentemente non è così, e quindi devo difendere chi si sente offeso.

Sarà mia cura aggiornare i diretti interessati sul fenomeno.

 

Cordiali Saluti

Roberto Ceccarini

Presidente Comitato Territoriale FIPAV Basso Tirreno

Visite agli articoli
876297

"Parla con il Presidente"

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.